Art 323 codice penale abuso d ufficio »

Art. 323 Codice Penale. Abuso d'ufficio.

323. Abuso d'ufficio (1).

Salvo che il fatto non costituisca un più grave reato, il pubblico ufficiale o l'incaricato di pubblico servizio che, nello svolgimento delle funzioni o del servizio, in violazione di specifiche regole di condotta espressamente previste dalla legge o da atti aventi forza di legge e dalle quali non residuino margini di discrezionalità (4), ovvero omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio o di un prossimo congiunto o negli altri casi prescritti (2), intenzionalmente procura a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale ovvero arreca ad altri un danno ingiusto è punito con la reclusione da uno a quattro anni (3).

La pena è aumentata nei casi in cui il vantaggio o il danno hanno un carattere di rilevante gravità.

__________________________________

(1) Articolo così sostituito dall'art. 1, L. 16 luglio 1997, n. 234.

(2) Sull'obbligo di astensione degli amministratori degli enti locali, si vedano: artt. 77 e 78, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.

(3) L'art. 1, c. 75, L. 6 novembre 2012, n. 190 ha sostituito alle parole: «da sei mesi a tre anni», le parole: «da uno a quattro anni».

(4) L'art. 23, comma 1, d.l. 16 luglio 2020, n. 76, conv., con modif., in l. 11 settembre 2020, n. 120, in vigore dal 17 luglio 2020, ha sostituito le parole "di specifiche regole di condotta espressamente previste dalla legge o da atti aventi forza di legge e dalle quali non residuino margini di discrezionalità'" alle parole "di norme di legge o di regolamento". 

Stampa articolo

Fai una domanda

nascosti