Decreto legislativo »

Etichetta: indicazione obbligatoria della sede e dell'indirizzo dello stabilimento.

D.Lgs. 15 settembre 2017 n. 145. Disciplina dell'indicazione obbligatoria nell'etichetta della sede e dell'indirizzo dello stabilimento di produzione, o se diverso, di confezionamento. G.U. n. 235 del 7 ottobre 2017.

17/10/2017 
di Avv. Liliana Rullo
Con Decreto Legislativo del 15 settembre 2017 n. 145, pubblicato il 7 ottobre 2017, è stata varata la disciplina dell'indicazione obbligatoria nell'etichetta della sede e dell'indirizzo dello stabilimento di produzione, o se diverso, di confezionamento.

Photogallery

Novità in materia di dirigenza sanitaria.

D.Lgs. 26 luglio 2017 n. 126. Disposizioni in materia di dirigenza sanitaria. G. U. n. 192 del 18 agosto 2017.

22/08/2017 
Con Decreto Legislativo 26 luglio 2017 n. 126 sono varate disposizioni integrative e correttive al d.lgs. n. 171/2016 in materia di dirigenza sanitaria. Tra le altre novità indicate nel Decreto vi è quella relativa alla valutazione dell'esperienza dirigenziale maturata nel settore sanitario. Ai fini della valutazione dell'esperienza dirigenziale maturata nel settore sanitario, pubblico o privato, di cui all'articolo 1, comma 4, lettera b), la Commissione fa riferimento all'esperienza acquisita nelle strutture autorizzate all'esercizio di attivita' sanitaria, del settore farmaceutico e dei dispositivi medici, nonche' negli enti a carattere regolatorio e di ricerca in ambito sanitario.

Pensioni giornalisti: nuovi requisiti.

Decreto legislativo 15 maggio 2017 n. 69. Incremento dei requisiti e ridefinizione dei criteri per l'accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti. G.U. n. 123 del 29 maggio 2017.

30/05/2017 
di La Redazione di Mondodiritto
Con il decreto legislativo 15 maggio 2017 n. 69 sono state varate disposizioni per l'incremento dei requisiti e la ridefinizione dei criteri per l'accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti e per il riconoscimento degli stati di crisi delle imprese editrici. Il decreto legislativo n. 69/2017 è stato emanato in attuazione dell'art. 2 commi 4 e 5, lettera a), della legge 26 ottobre 2016, n. 198. L'articolo 2, comma 4, della legge 26 ottobre 2016, n. 198, ha istituito il Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione e deleghe al Governo per la ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria e dell'emittenza radiofonica e televisiva locale, della disciplina di profili pensionistici dei giornalisti e della composizione e delle competenze del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti.

Photogallery

Novità sui contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici.

Decreto Legislativo 15 maggio 2017 n. 70. Ridefinizione della disciplina dei contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici. G.U. n. 123 del 29 maggio 2017.

30/05/2017 
di La Redazione di Mondodiritto
Il Decreto Legislativo del 15 maggio 2017 n. 70, pubblicato il 29 maggio 2017, ha ridefinito la disciplina dei contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici, in attuazione dell'articolo 2, commi 1 e 2, della legge 26 ottobre 2016, n. 198. E' stata la Legge n. 198 del 2016, la Riforma dell'Editoria, a ridefnire la disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria e dell'emittenza radiofonica e televisiva locale. L'articolo 2, comma 1, della suddetta legge n. 198 del 2016 che, al fine di garantire maggiori coerenza, trasparenza ed efficacia al sostegno pubblico all'editoria, delega il Governo ad adottare decreti legislativi aventi ad oggetto la ridefinizione della disciplina dei contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici, secondo i principi e criteri direttivi indicati al comma 2, lettere da a) a g) del medesimo articolo 2.

Photogallery

Creatività: promozione della cultura umanistica, valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali.

D.Lgs. 13 aprile 2017 n. 60. Norme sulla promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creatività. G.U. n. 112 del 16 maggio 2017.

30/05/2017 
di La Redazione di Mondodiritto
Pubblicato il Decreto Legislativo n. 60 del 13 aprile 2017 (G.U. n. 112 del 16 maggio 2017). Il Decreto Legislativo n. 60/2017 ha come finalità la promozione della cultura umanistica, la valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e il sostegno della creatività. La cultura umanistica e il sapere artistico sono garantiti alle alunne e agli alunni, alle studentesse e agli studenti al fine di riconoscere la centralita' dell'uomo, affermandone la dignita', le esigenze, i diritti e i valori.

Formazione degli insegnanti e accesso ai ruoli.

D.Lgs. 13 aprile 2017 n. 59. Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione.

18/05/2017 
di La Redazione di Mondodiritto
Pubblicato il Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 59 avente ad oggetto il riordino, l'adeguamento e la semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione. Obiettivo del Decreto n. 59/2017 è quello di attuare riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli dei docenti, compresi quelli degli insegnanti tecnico-pratici, della scuola secondaria, per i posti comuni e per quelli di sostegno.

Inquinamento acustico: D.Lgs. 17 febbraio 2017 n. 42.

Armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico. G.U. n. 79 del 4 aprile 2017.

07/04/2017 
di La Redazione di Mondodiritto.it
Con il Decreto Legislativo 17 febbraio 2017 n. 42 sono state disciplinate disposizioni in materia di armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico (articolo 19, comma 2, lettere a), b), c), d), e), f) e h) della legge 30 ottobre 2014, n. 161).

Novità in tema di inquinamento acustico.

Disposizioni per l'armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico. G.U. n. 79 del 4 aprile 2017.

05/04/2017 
di La Redazione di Mondodiritto.it
Pubblicato il 4 aprile 2017 il Decreto Legislativo in materia di inquinamento acustico. Sono state date disposizioni per l'armonizzazione della normativa nazionale in materia di inquinamento acustico con la direttiva 2000/14/CE e con il regolamento (CE) n. 765/2008. E' stata la Legge 30 ottobre 2014 n. 161 a disciplinare l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2013-bis, ed in particolare l'articolo 19, comma 2, lettere i), l) ed m).

Novità in tema di diritti d'autore, diritti connessi e gestione collettiva.

Pubblicato il Decreto Legislativo 15 marzo 2017 n. 35 sulla gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l'uso online nel mercato interno.

28/03/2017 
di Avv. Liliana Rullo
Pubblicato il Decreto Legislativo n. 35 del 15 marzo 2017 che ha dato attuazione alla direttiva 2014/26/UE sulla gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l'uso online nel mercato interno. Il Decreto Legislativo n. 35/2017 provvede al recepimento nell'ordinamento nazionale della direttiva 2014/26/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sulla gestione collettiva dei diritti d'autore e dei diritti connessi e sulla concessione di licenze multiterritoriali per i diritti su opere musicali per l'uso online nel mercato interno. Esso stabilisce i requisiti necessari per garantire il buon funzionamento della gestione dei diritti d'autore e dei diritti connessi da parte degli organismi di gestione collettiva e delle entita' di gestione indipendente, nonche' i requisiti per la concessione di licenze multiterritoriali da parte di organismi di gestione collettiva dei diritti d'autore per l'uso online di opere musicali nel mercato interno.

Photogallery

Novità in tema di procedimenti oggetto di autorizzazione, SCIA, silenzio assenso e comunicazione.

DECRETO LEGISLATIVO 25 novembre 2016, n. 222 Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attivita' (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi

01/12/2016 
Con il Decreto Legislativo 25 novembre 2016 n. 222 si sono varate importanti novità in tema di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti ai sensi dell'art. 5 della legge 7 agosto 2015 n. 124. Il presente decreto, in attuazione della delega di cui all'articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124 e anche sulla base dei principi del diritto dell'Unione europea relativi all'accesso alle attivita' di servizi e dei principi di ragionevolezza e proporzionalita', provvede alla precisa individuazione delle attivita' oggetto di procedimento, anche telematico, di comunicazione o segnalazione certificata di inizio di attivita' (di seguito «Scia») o di silenzio assenso, nonche' quelle per le quali e' necessario il titolo espresso e introduce le conseguenti disposizioni normative di coordinamento.

Photogallery

Semplificazione degli Enti di Ricerca.

D.Lgs. 25 novembre 2016 n. 218. Semplificazione delle attività degli enti pubblici di ricerca ai sensi dell'art. 13 della Legge 7 agosto 2015 n. 124. G.U. n. 276 del 25 novembre 2016.

28/11/2016 
Pubblicato il Decreto Legislativo del 26 novembre 2016 n. 218 sulla semplificazione delle attività degli enti pubblici di ricerca. Qual'è l'ambito di applicazione? Il decreto si applica a tutti gli Enti Pubblici di Ricerca, che alla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo, sono i seguenti, di seguito denominati Enti...

Photogallery

Ingresso e soggiorno dei cittadini per lavori stagionali.

D.lgs. 29 ottobre 2016 n. 203. Attuazione della direttiva 2014/36/UE sulle condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali. G.U. n. 262 del 9 novembre 2016.

10/11/2016 
Pubblicato il Decreto Legislativo del 29 ottobre 2016 n. 203 sulle condizioni di ingresso e di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di impiego in qualità di lavoratori stagionali. Novità in tema di immigrazione e norme sulla condizione dello straniero.? Apportate modifiche al decreto legislativo 25 luglio 1998 n. 286. Allo straniero che dimostri di essere venuto in Italia almeno una volta nei cinque anni precedenti per prestare lavoro stagionale e' rilasciato, qualora si tratti di impieghi ripetitivi, un permesso pluriennale, a tale titolo, fino a tre annualita', con indicazione del periodo di validita' per ciascun anno.

Novità in tema di confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea.

D.Lgs. 29 ottobre 2016 n. 202. Attuazione della direttiva 2014/42/UE relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea. G.U. n. 262 del 9 novembre 2016.

10/11/2016 
Pubblicato il Decreto Legislativo del 29 ottobre 2016 n. 202 sull'attuazione della Direttiva 2014/42/UE relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea. Il Decreto n. 202/2016 è varato per attuare le disposizioni della direttiva 2014/42/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014 relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea.

Pianificazione dello spazio marittimo.

D.Lgs. 17 ottobre 2016 n. 201. Attuazione della direttiva europea per l'istituzione di un quadro per la pianificazione dello spazio marittimo. G.U. n. 260 del 7 novembre 2016.

08/11/2016 
Con Decreto legislativo del 17 ottobre 2016 n. 201 è stata data attuazione alla direttiva 2014/89/UE che istituisce un uadro per la pianificazione dello spazio marittimo. Il Decreto sulla pianificazione dello spazio marittimo è teso a promuovere la crescita sostenibile delle economie marittime, lo sviluppo sostenibile delle zone marine e l'auso sostenibile delle risorse marine, assicurando la protezione dell'ambiente marino e costiero attraverso l'ap'plicazione dell'approccio ecosistemico, tenendo conto delle interazioni terra-mare e del rafforzamento della cooperazione transfrontaliera, in conformita' alle pertinenti disposizioni della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (UNCLOS), fatta a Montego Bay il 10 dicembre 1982 e ratificata con legge 2 dicembre 1994, n. 689.

Falsa attestazione della presenza in servizio: licenziato!

D.Lgs. 20 giugno 2016 n. 116. Modifiche all'art. 55 quater del d.lgs. 30 marzo 2001 n. 165 in materia di licenziamento disciplinare. G.U. n. 149 del 28 giugno 2016.

30/06/2016 
Con Decreto Legislativo 20 giugno 2016 n. 116 sono state apportate modifiche all'art. 55 quater del d.lgs. 30 marzo 2001 n. 165 ai sensi dell'art. 17 comma 1 lett. s) della Legge 7 agosto 2015 n. 124, in materia di licenziamento disciplinare. E' stato così inserito il comma 1 bis dell'art. 55 quater del d.lgs. 30 maarzo 2001 n. 165 al fine di chiarire cosa si intende per falsa attestazione della presenza in servizio. Costituisce falsa attestazione della presenza in servizio qualunque modalita' fraudolenta posta in essere, anche avvalendosi di terzi, per far risultare il dipendente in servizio o trarre in inganno l'amministrazione presso la quale il dipendente presta attivita' lavorativa circa il rispetto dell'orario di lavoro dello stesso.

Photogallery

Squadre investigative comuni : il d.lgs. n. 34/2016.

D.Lgs. 15 febbraio 2016 n. 34. Norme di attuazione sulle squadre investigative comuni. G.U. n. 58 del 10 marzo 2016.

11/03/2016 
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 58 del 10 marzo 2016 il Decreto Legislativo del 15 febbraio 2016 n. 34 sulle squadre investigative comuni. Il d.lgs. n. 34/2016 è stato emesso per attuare nell'ordinamento interno la decisione quadreo 2002/465/GAI del Consiglio del 13 giugno 2002 relativa alle squadre investigative comuni. Il procuratore della Repubblica, quando procede a indagini relative ai delitti di cui agli articoli 51, commi 3-bis, 3-quater e 3-quinquies, e 407, comma 2, lettera a), del codice di procedura penale o a delitti per i quali e' prevista la pena dell'ergastolo o della reclusione superiore nel massimo a cinque anni, puo' richiedere la costituzione di una o piu' squadre investigative comuni. Al di fuori dei casi di cui al comma 1, la richiesta puo' essere formulata anche quando vi e' l'esigenza di compiere indagini particolarmente complesse sul territorio di piu' Stati membri o di assicurarne il coordinamento. Quando diversi uffici del pubblico ministero procedono a indagini collegate, la richiesta e' formulata d'intesa fra loro. La richiesta di istituzione della squadra investigativa comune e' trasmessa alla autorita' competente dello Stato membro o degli Stati membri con cui si intende istituire una squadra.

Photogallery

Diritti processuali delle persone: quali in assenza dell'interessato?

Decreto sul riconoscimento delle decisioni pronunciate in assenza dell'interessato. G.U. n. 56 dell'8 marzo 2016.

11/03/2016 
Pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 56 dell'8 marzo 2016 il D.Lgs. 15 febbraio 2016 n. 31 in riferimento ai diritti processuali delle persone, promuovendo l'applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle decisioni pronunciate in assenza dell'interessato al processo. La finalità del decreto legislativo è quella di adeguare l'ordinamento interno alla normativa europea che impone uno standard minimo comune. Si è sostituita così la lettera a) del comma 1 dell'art. 19 della Legge 22 aprile 2005 n. 69 in tema di esecuzione del mandato d'arresto europeo da parte dell'autorità giudiziaria italiana in caso di absentia dell'interessato.

Photogallery

La tessera professionale europea: un'importante novità...

Decreto Legislativo 28 gennaio 2016 n. 15: attuazione della direttiva 2013/55/UE sul riconoscimento delle qualifiche professionali e del regolamento n. 1024/2012 sulla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno.

24/02/2016 
Pubblicato il Decreto Legislativo n. 15 del 28 gennaio per il riconoscimento delle qualifiche professionali e ulla cooperazione ammnistrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno. E' stata così data attuazione alla direttiva 2013/55/UE del Parlamento europeo e del Consiglio. Il decreto ha attuato il riconoscimento delle qualifiche professionali già acquisite in uno o più Stati membri dell'Unione europea al fine di permettere al titolare delle predette qualifiche di esercitare nello Stato membro di origine la professione corrispondente, ai fini dell'accesso parziale ad una professione regolamentata sul territorio nazionale, nonche' i criteri relativi al riconoscimento dei tirocini professionali effettuati da cittadini italiani in un altro Stato membro.

Abrogazione di provvedimenti non legislativi di attuazione.

D.Lgs. 22 gennaio 2016 n. 10. Modifica ed abrogazione di disposizioni di legge che prevedono l'adozione di provvedimenti non legislativi di attuazione, a norma dell'art. 21 della legge 7 agosto 2015 n. 124.

01/02/2016 
Pubblicato il Decreto Legislativo del 22 gennaio 2016 n. 10 sulla modifica e sull'abrogazione di alcune disposizioni di legge. Il Decreto Legislativo ha modificato e abrogato disposizioni di legge che prevedono l'adozione di provvedimenti non legislativi di attuazione a norma dell'art. 21 della legge 7 agosto 2015 n. 124.

I reati abrogati con il D.Lgs. n. 7 del 15 gennaio 2016.

Disposizioni in materia di abrogazione di reati e introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili. G.U. n. 17 del 22 gennaio 2016.

28/01/2016 
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.Lgs. n. 7 del 15 gennaio 2016 in materia di abrogazione di reati e introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili.

nascosti